Loghi e Storia delle Case Automobilistiche Tedesche

By on May 22, 2013

Curiosità e simboli delle case automobilistiche tedesche

Un secolo di storia! 

 

  • BMW: acronimo di Bayerische Motoren Werke (che significa fabbrica di motori bavarese), nei primi anni dalla sua nascita si è dedicata al miglioramento dei motori per aerei, collaborando con l’esercito tedesco a quell’epoca impegnato nella prima guerra mondiale. Proprio riguardo al simbolo si è a conoscenza che, oltre alla volontà di presentare i colori della Baviera blu e bianco, c’era anche l’intenzione di rappresentare un’elica nel cielo (di qui si capisce il perché questa azienda sia connessa al mondo dell’areonautica).

 

  • Mercedes: fa parte del gruppo Daimler, leggenda vuole che proprio Gottlieb Daimler, fondatore della Daimler Motoren Gesellschaft, avesse scelto come simbolo una stella a tre punte per un motivo ben preciso: le tre punte stavano a indicare la volontà di creare motori per mezzi che viaggiassero sulla terra, sul mare e nel cielo!

 

  • Opel: questa marca di automobili trae le sue origini da tutt’altro campo. Infatti l’azienda Opel per molti anni è stato una grande produttrice di macchine da cucire: il sig. Opel aveva impegnato tutte le sue risorse in questo campo,per poi allargare i propri affari anche nel campo delle biciclette. Infine gli eredi, presa in mano l’azienda, si dedicarono alla fabbricazione di automobili. Il simbolo rappresenta semplicemente un fulmine collocato in posizione orizzontale e con attorno a esso un cerchio.

 

  • Audi: casa costruttrice che vanta una lunga storia segnata dall’instancabile volontà di progredire da parte del suo vero fondatore, un tale di nome August Horch. August, chiusi i rapporti con i primi soci della casa costruttrice che portava il suo cognonome, decise di aprire un’altra ditta.Quando tuttavia diede il suo nome a questa nuova società, gli fu impedito di mantenerlo per il fatto che il nome Horch era già registrato e affiancato      all’azienda presso cui lavorava precedentemente. L’idea che permise di creare un nuovo marchio da proporre, senza distaccarsi tanto dal nome Horch, venne offerta da un suo giovane familiare che gli propose di tradurre dal tedesco al latino il cognome. Horch in tedesco è una forma d’imperativo del verbo ascoltare che in latino è traducibile proprio con Audi (da audire). Dalla collaborazione di quattro soci si hanno invece gli anelli, (simbolo del marchio) l’uno sovrapposto all’altro.

 

  • Porsche: come simbolo troviamo lo stemma del Wuttemberg con al centro una giumenta (tra l’altro la stessa che c’è nel marchio Ferrari anche se è meglio conosciuta come “cavallino rampante”). Il fondatore di codesta casa costruttrice è la stessa persona che ha progettato il primo maggiolino che tuttavia di nome fa Volkswagen.

 

  • Volkswagen: nasce dalla volontà di Hitler di dare alla nazione e al popolo tedesco una macchina che fosse sicura, con buone potenzialità ed economica.Doveva essere la macchina del popolo. Non a caso il marchio altro non è che la sovrapposizione di V e W, lettere che rispettivamente in tedesco stanno per Volk (popolo) e Wagen (automobile).

Marco Campo Bagatin

 

About Italiani Germania