Berlino nel XXIesimo secolo: vi sono ancora disparita’?

By on June 12, 2013

12/06/2013 Jon Kerry si presta in un’intervista ad un quotidiano tedesco: “IL MITTE“.

Correva l’anno 1954 il “MURO“ ancora non c’era ma Berlino era gia’ divisa; Jon Kerry, futuro segretario di Stato americano lascia il “covo“ sicuro dove alloggiava insieme al padre nella parte ovest di Berlino andando ad esplorare la parte est, aveva solo undici anni. 

Ricorda benissimo le sensazioni che ha provato in quella escursione, preso dall’incoscenza dovuta alla giovane eta’, quasi sessant’anni fa’. Egli ricorda di aver notato subito che la parte ad est era meno popolata e le persone erano tutte vestite di scuro rilasciando nell’aria una tristezza immane che lo porto’ a camminare sempre a testa bassa. Quando torno’ a casa ad ovest provo’ subito una sensazione di sollievo.

Al giorno d’oggi molti giovani, andati a Berlino per studio, hanno notato alcune differenze tra le due parti di Berlino:

la zona est considerata ancora oggi la piu’ trascurata a causa della presenza,ancora, di vecchi, alti e bianchi edifici sovietici e da un tasso della criminalita’ maggiore rispetto alla parte ovest. Non deve essere considerata quella piu’ in degrado in quanto e’ la zona piu’ studentesca e alternativa della citta’.

Insomma questa e’ una citta’ ancora tutta da scoprire l’ideale per chi e’ appassionato di storia in quanto regala un mix di sensazioni uniche tutte da provare.

Raffaele Solimeno

About Italiani Germania