Università in Germania

By on August 4, 2015
Tech_Univ_Munich,_Location_Garching

Il principale motivo per cui scegliere di frequentare un’università tedesca è sicuramente rappresentato dal fatto che la Germania è uno dei paesi più forti economicamente in Europa. Inoltre lo stato ha sempre ampiamente finanziato il settore dell’istruzione, ma soprattutto della ricerca (i fondi sono aumentati del 3% in alcuni enti quali biotecnologie, nanotecnologia e informatica). Inoltre gli studenti stranieri sono ben accolti: la Germania conta un totale di 1,75 milioni di studenti, di cui 190 mila provengono da altri paesi. Non si tratta poi certo di strutture di secondo ordine, per citare un esempio, le due università di Monaco, la Technische Universitat Munchen e la Ludwig Maximilian, si trovano tra le prime 50 migliori università al mondo.

320px-TU_Muenchen_Logo.svg

Per quanto concerne gli studenti stranieri, viene offerta loro la possibilità di seguire la Orientierungswoche (settimana di orientamento) nonappena arrivati a destinazione. Inoltre hanno a disposizione un Tutor, che li aiuta a realizzare il loro programma di studi. Per chi non detiene la cittadinanza tedesca è comunque necessario disporre di un diploma di scuola superiore. In più è richiesta una certificazione della lingua tedesca, conseguibile con il Test DSH (che può essere effettuato solo nelle università tedesche) o, in alternativa, con il  TestDaf (che può essere sostenuto anche nel proprio paese presso alcune sedi specializzate, quali i Goethe Institut). L’iscrizione richiede anche la compilazione di un questionario di candidatura reperibile sui siti web delle varie università.

Nelle facoltà a numero chiuso è richiesta, più che nelle altre facoltà, la conversione del voto del diploma superiore secondo il sistema tedesco. A tale scopo esiste la “formula bavarese”. Sempre per questo tipo di facoltà è necessario effettuare un test di candidatura presso lo ZVS di Dortmund (il centro che si occupa di distribuire i posti di studio agli studenti).

Le spese da sostenere non sono eccessive, soprattutto se paragonate all’Italia. L’università (quasi) gratis tedesca ha visto nel 2006 una riforma che ha portato il costo totale delle tasse a un ammontare complessivo di €1000 annui. Poi però, in seguito al malcontento generale dei cittadini tedeschi, è stato ristabilito il vecchio ordinamento che prevede un pagamente di €250 per ogni semestre (per un totale di €500 annui). “Le tasse universitarie impediscono di studiare ai giovani provenienti da famiglie a basso reddito e disgregano la società” ha affermato il portavoce del Partito Social Democratico di Germania (SPD).

 

Ilaria Galli

About Italiani Germania